Sapereplurale

Martedì, Novembre 21, 2017

logo saperepluraleSaperi, competenze, pratiche e narrazioni nel sociale
E-mail: info@sapereplurale.net
Associazione di promozione sociale

facebookgoogle plustwitterrss

Home Laboratori - Corsi
Laboratori - Corsi
Martedì 24 Gennaio 2017 09:46

Dare voce al silenzio

La scrittura di sé per prendersi cura delle donne che hanno subito violenza

Il tema della violenza maschile contro le donne all’interno delle relazioni intime, affettive e familiari è uscito finalmente dal silenzio che per tradizione copriva questi fenomeni. La questione è finalmente diventata materia di dibattito politico, culturale, sociale e sanitario. E’ anche emersa finalmente la possibilità di fare rete tra le strutture e le persone a vario titolo coinvolte. Il patrimonio di saperi, pratiche e metodologie sviluppate in diversi ambiti può ricevere ora la considerazione necessaria per essere apertamente discusso e integrato. Tra le varie interconnessioni, il metodo della scrittura di sé nel campo del prendersi cura di vissuti esistenziali di disagio ha già una sua acquisita validità anche nel campo dell’accompagnamento delle donne che, da una condizione di violenza e maltrattamento interpersonale, si avviano verso l’autodeterminazione e l’autonomia, non solo economica e sociale ma soprattutto esistenziale e psicologica.

Programma:
Introduzione alla metodologia autobiografica e in particolare alle buone pratiche sulle esperienze di applicazione della scrittura di sé nel campo della presa in carico delle donne che hanno subito violenza.
Esercitazioni di scrittura con momenti di restituzione dei testi in coppia e in plenaria.
Micro-progettazione di attività di scrittura di sé in contesti protetti.

Conduttrice:
Lucia Portis, antropologa e formatrice, esperta in metodologie autobiografiche, specializzata in percorsi formativi e ricerca narrativa presso la Libera Università dell’Autobiografia, di cui è collaboratrice territoriale dal 2004 e membro del consiglio didattico. Ha partecipato in qualità di esperta e supervisora al progetto europeo “Writing beyond the Silence, Promoting
Autobiographical Competence to help survivors of gender violence”.

Date e orari:
17/2/17 dalle 15,00 alle 20,00
18/2/17 dalle 9,30 alle 19,30
19/2/17 dalle 9,30 alle 13,00

Dove:
Ecomuseo Circoscrizione 6, Via San Gaetano da Thiene 6, Torino

Il costo del seminario è di 120 euro comprensivo di quota associativa.
Sono possibili riduzioni per gli studenti e studentesse universitarie

Per informazioni e iscrizioni scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Il paese di Pavarolo fu scelto da Felice e Daphne Casorati come luogo in cui appartarsi durante il periodo estivo e, infatti, nel 1930, acquistarono la “casetta bianca” da cui non riuscirono mai a togliere “l’odore di fieno e di stalla”, e lì, poco sotto al giardino, il maestro costruì il suo studio, con vista sulle colline di fronte ordinatamente coltivate, presenti in numerosi suoi quadri, e in quel paese, luogo di rifugio per tutta la famiglia durante gli anni della guerra, il suo lavoro, racconta Felice, “diventò più sereno, più sicuro e più calmo”.
Lo studio, a strapiombo sulla valle, è stato, dalla famiglia Casorati affidato, per realizzare il desiderio di Francesco, al Comune di Pavarolo allo scopo di creare un museo permanente e un punto di elaborazione di progetti culturali.
Per ridare vita allo studio, il Comune di Pavarolo ha intrapreso importanti interventi di riqualificazione strutturale e, grazie ad un contributo della Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando “Linee guida per la valorizzazione dei beni storico-artistici” e alla collaborazione con l’Archivio Casorati di Torino, questo spazio potrà aprirsi al pubblico il 22 ottobre con una mostra, curata dal critico e storico dell’arte Francesco Poli, di litografie di Felice Casorati.
In futuro lo Studio-Museo, oltre a ulteriori iniziative espositive, potrà organizzare laboratori di pittura, incisione e disegno rivolti in particolare ai bambini e alle scuole (ma non solo), e incontri mirati sulla storia dell'arte, realizzati in collaborazione con l'Accademia Albertina di Torino.

In collaborazione con il Comune di Pavarolo, Sapereplurale offrirà 4 passeggiate intorno il paese, tutte di domenica:
il 30 ottobre, il 6 novembre, il 13 novembre e il 20 novembre dalle 11-13.

Parliamo dei quadri di Casorati, della campagna, della terra, della bellezza, dei colori; e parliamo anche della meno nota Daphne Maugham, artista e moglie di Casorati. La passeggiata finisce alla casa dei Casorati con una breve scrittura autobiografica.
Tempo permettendo, la nostra passeggiata potrebbe includere non solo il paese dei Casorati, la casa e lo studio ma anche la terra dintorno, i campi e boschi che sono stati protagonisti di tanti quadri e dove i pittori stessi camminavano per poi fermarsi e dipingere...

La prenotazione non è necessaria. Il tour parte davanti il campanile nel centro di Pavarolo alle 11 nelle date citate.

Per ulteriori informazione consultare il sito www.sapereplurale.net oppure www.pavarolo.casorati.net o telefono: 3382538948 Liz O'Neill, Sapereplurale

Martedì 10 Maggio 2016 10:07

Passeggiata autobiografica

Domenica 22 maggio, ore 11 e ore 14
Passeggiata (auto)biografica intorno a un villaggio. La Pavarolo di Felice Casorati

Con la nostra guida, Harriet Graham (esperta di architettura e arte) facciamo una passeggiata dolce a Pavarolo, un paese vicino a Torino ma forse non ancora molto conosciuto. Parliamo di Torino quando faceva parte del Grand Tour tanto amato dagli europei e soprattutto dagli inglesi. Parliamo dei quadri di Felice Casorati, della campagna, della terra, della bellezza, dei colori; e parliamo anche della meno nota Daphne Maugham, artista e moglie di Casorati. Una sosta per la scrittura autobiografica nei luoghi più suggestivi del paese.

La passeggiata fa parte del programma di eventi promossa il 22 maggio da ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane (http://www.adsi.it/giornate-piemonte-2016/?reg=adsi-piemonte).

Appuntamento a Pavarolo (ampio parcheggio sulla Strada Provinciale 4/SP4 prima di via Roma).

È previsto un costo di 6 euro.

H. Graham, L. O’Neill

Informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , cell 3382538948
Iscrizioni a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Pagina 1 di 12