Sapereplurale

Sabato, Luglio 20, 2019

logo saperepluraleSaperi, competenze, pratiche e narrazioni nel sociale
E-mail: info@sapereplurale.net
Associazione di promozione sociale

facebookgoogle plustwitterrss

Passeggiata di castello in castello

Nuova proposta di passeggiata Pavarolo-Bardassano (circa 7 km a/r) Du...

Lascia la porta aperta

PER NON DIMENTICARE. Racconti dalla notte dell'incendio In occasione ...

LiberAzioni - Festival delle arti dentro e fuori

SaperePlurale di nuovo partner del Progetto LiberAzioni - Festival del...

30 anni fa alle Vallette

L’incendio del 3 giugno 1989, carcere delle Vallette, Torino Per non ...

I tempi dell'incendio

22.30-22.45 Alcuni detenuti dei blocchi maschili, che guardan...

L'Associazione 3 Giugno per la memoria e per la giustizia. Una esperienza di donne dall'89 al 92

I nostri obiettivi L'Associazione «3 Giugno», costituita a Torino per...

  • Passeggiata di castello in castello

  • Lascia la porta aperta

  • LiberAzioni - Festival delle arti dentro e fuori

  • 30 anni fa alle Vallette

  • I tempi dell'incendio

  • L'Associazione 3 Giugno per la memoria e per la giustizia. Una esperienza di donne dall'89 al 92

I nostri consigli

La ricerca

recluse

Recluse.
Lo sguardo della differenza femminile sul carcere

di Susanna Ronconi e Grazia Zuffa
con contributi di
Stefano Anastasia, Maria Luisa Boccia, Franco Corleone, Tamar Pitch

Ediesse, 2014

Non sono molte, nel recente panorama italiano, le ricerche che indagano la detenzione femminile, e che soprattutto lo facciano con un approccio qualitativo, capace di dare parola alle protagoniste e ai significati che loro stesse attribuiscono all’esperienza della detenzione. Questo libro nasce dal desiderio di conoscere la soggettività delle donne detenute e dare ad esse voce, senza assecondare visioni “patologizzanti” del reato al femminile né facili stereotipi sulla “debolezza” delle donne detenute. Al contrario, lo sforzo è di rintracciare nelle loro biografie, nelle loro autoriflessioni e valutazioni due diverse “mappe”: quella delle sofferenze, dei fattori di stress e dei momenti critici indotti dalla carcerazione, da un lato; e dall’altro, quella delle risorse, delle strategie personali, in una parola della forza e dei fattori di tenuta, resistenza e resilienza dall’altro, che consente loro non solo di “tenere” durante la detenzione, ma anche, nonostante tutto,di apprendere e immaginare un futuro.

Per saperne di più: http://www.ediesseonline.it/catalogo/materiali/recluse


Il libro

androgino

L’androgino tra noi

a cura di Barbara Mapelli

Ediesse, 2015

L’androgino è tra noi: immagini tradizionali di femminilità e maschilità vengono continuamente erose e nello stesso tempo esasperate, esibite, proposte a modello; le vite di donne e uomini si avvicinano, condividono spazi e tempi in forme impensabili per il passato; si moltiplicano le ricerche di identità sessuali, che rifiutano ogni stabile definizione, propongono l’ambiguità o l’ambivalenza come scelte di vita, mescolano ironicamente i modelli, si mostrano ormai refrattarie a ogni integrazione univoca e binaria.

Per saperne di più: http://www.ediesseonline.it/catalogo/sessismoerazzismo/l-androgino-tra-noi

 


Il sito

diritti

Promosso da SocietàINformazione di Milano, il sito aggiorna puntualmente sullo stato dei diritti umani e civili nel mondo, con un focus particolare su Europa e Italia, adottando l’ottica secondo la quale oggi i diritti sono interconnessi e non più settoriali. Ambiente, conflitti, povertà, salute, lavoro, diritti civili e politici, discriminazioni di genere e culturali, giustizia e carcere sono tra i temi trattati. Oltre al quotidiano aggiornamento delle notizie e della documentazione accessibile on line, ogni anno viene pubblicato il Rapporto sui diritti globali: il 16° Rapporto (2018) è intitolato Un mondo alla rovescia.

Per saperne di più: http://www.dirittiglobali.it/